Come riassumere in un articolo breve la tanto discussa Legge di Bilancio 2020, senza usare un linguaggio tecnico ed ermetico? Ebbene, senza ombra di dubbio questa Legge di Bilancio verrà ricordata per l’impegno posto nella lotta al contante. Ma non è certo tutti qui: questa manovra da 30 miliardi di euro è tanto altro. Una buona parte dei budget è stato destinato, come prevedibile, a disinnescare ancora una volta l’aumento dell’Iva, disinnescando le temute clausole di salvaguardia. Ci sono poi alcune nuove imposte, tra le quali la famosa plastic tax, nonché la sugar tax e la tassa sulle auto aziendali. Ma ci sono anche importanti proroghe, a partire dalle agevolazioni edilizie, nonché le proroghe relative agli incentivi Industria 4.0.

Cerchiamo di vedere brevemente, uno dopo l’altro, i passaggi principali della nuova Legge di Bilancio.

Tasse

Fuori il dente, fuori il dolore: partiamo dalle tasse. Tra le tasse introdotte dalla Legge di Bilancio 2020 spiccano la Plastic Tax, a colpire l’uso di imballaggi monouso in plastica, nonché la Sugar Tax, che va a tassare le bevande zuccherate. IMU e Tasi sono accorpate per tutti i proprietari di immobili, con il risultato che si paga solamente la prima. Resta in ogni caso l’esenzione per la prima casa. Nel 2020 la deducibilità dell’IMU è fissata al 50%, per arrivare alla deducibilità integrale IMU dal reddito d’impresa al 2022.

Lavoro

Per quanto riguarda il famoso Cuneo fiscale, la Legge di Bilancio 2020 si limita a istituire un fondo per la riduzione del carico fiscale sui dipendenti, del valore di 3 miliardi per il 2020 e di 5 miliardi per il 2021. Per incentivare le assunzioni viene prorogato l’esonero contributivo al 50% per gli under 35. Peggiora la situazione per chi usufruisce dell’auto aziendale, con l’aumento dal 30% al 60% del fringe benefit che confluisce nel reddito Irpef, per tutte le auto non ecologiche.

Imprese

Sono stati prorogati il superammortamento al 130%, l’iperammortamento, il credito di imposta formazione 4.0. È stato introdotto il nuovo credito d’imposta al 10%, fino a un massimo di 60mila euro a impresa, per gli investimenti tecnologici nell’ambito di progetti green. Sono stati trovati nuovi finanziamenti per la nuova Sabatini, e quindi per gli investimenti delle PMI in beni strumentali e tecnologie. Guardando invece ai professionisti, i forfettari mantengono la flat tax al 15% fino a 65mila euro, ma vengono introdotti alcuni limiti per quanto riguarda i collaboratori e l’accesso di lavoratori dipendenti.

Varie

Tra le altre caratteristiche fondamentali della Legge di Bilancio c’è l’istituzione di un fondo per sostenere gli investimenti nella sostenibilità ambientale, con 470 milioni per il 2020. Prorogati il Bonus bebè e il bonus asili nido, nonché il bonus cultura per i diciottenni. Per quanto riguarda le pensioni, proroga al 2020 dell’Ape Sociale, ed estensione dell’opzione donna per tutte le lavoratrici che compiono 58 anni (dipendenti) e 59 anni (autonome) entro la fine del 2019. Sul fronte pagamenti, è previsto un rimborso per i consumatori che utilizzano pagamenti elettronici.

Detrazioni per ristrutturazione e riqualificazione energetica

Sono state prorogate, come preannunciato, anche le detrazioni edilizie. Questo significa che anche nel 2020 sarà possibile godere del 50% della detrazione per le ristrutturazioni edilizie, nonché del 65% della detrazione per i lavori di riqualificazione energetica. Fa il suo esordio, nel 2020, il bonus facciate, al 90% e senza limiti di spesa.

Nelle detrazioni edilizie rientrano anche l’installazione di impianti fotovoltaici domestici, nonché l’installazione di sistemi di accumulo abbinati al solare, fino a un limite massimo di spesa pari a 96 mila euro per ogni unità.

Desideri effettuare degli interventi di riqualificazione energetica e vuoi essere certo di approfittare di tutte le detrazioni e gli incentivi? Rivolgiti al Gruppo Aura!