Questi giorni di confino obbligato all’interno delle nostre abitazioni a causa dell’emergenza Coronavirus ci ha spinti, tra le altre cose, a mettere in cima alle nostre preoccupazioni la qualità dell’aria, e quindi la necessità di poter respirare aria pura, senza batteri, inquinanti e, ovviamente, virus. Questo è importante ora per tutti gli ambienti interni, sia per gli spazi in cui, nonostante il lockdown, le persone continuano a lavorare, avendo a che fare con attività definite “strategiche”; sia per le abitazioni, all’interno delle quali tantissime persone a livello internazionale sono ormai chiuse in regime di quarantena. Ma  on è tutto qui: la purificazione dell’aria resterà centrale anche nei mesi che verranno, al rientro della crisi, quando le aziende, i bar e i ristoranti potranno pian piano ripartire, pur dovendo alzare al massimo il livello di attenzione, per non dare il via a una seconda ondata di contagi. Ed è proprio qui che entrano in gioco i sistemi di ventilazione meccanica controllata per case e ristoranti. Non è un caso se AICARR, l’Associazione italiana condizionamento dell’aria riscaldamento e refrigerazione, nel Protocollo per la riduzione del rischio da diffusione del Sars-Cov2-19 mediante gli impianti di climatizzazione e ventilazione esistenti, sottolinea che “la migliore azione per limitare un eventuale rischio di infezione da parte di Covid-19 per via aerea è quello di ventilare il più possibile gli ambienti interni con aria esterna”, aggiungendo poi che gli impianti di ventilazione “possono assolvere a tale funzione in modo più efficace della semplice apertura delle finestre, anche perché migliorano la qualità dell’aria esterna con la filtrazione”.

Risulta quindi interessante capire cosa sono e come funzionano gli impianti di ventilazione meccanica controllata, per case, aziende, punti di vendita e ristoranti.

Quando l’aria si può definire pulita

Prima di andare a vedere cosa sono gli impianti di ventilazione meccanica controllata per case e ristoranti, è bene capire che nell’aria si possono trovare un’ampia gamma di inquinanti di origine chimica, fisica e biologica. Si parla quindi di monossido di carbonio, di amianto, di formaldeide, di ozono, ma anche di batteri, di pollini, di muffe e di virus, come in questi giorni abbiamo imparato fin troppo bene. È possibile parlare di aria pulita, stando alle linee guida dell’OMS, solo nel momento in cui in essa non sono presenti contaminanti in concentrazioni ritenute dannose dalle autorità competenti. Il problema è che, in molti casi, il ricambio dell’aria esterna è fatto esclusivamente aprendo le finestre, con il rischio di peggiorare le condizioni dell’inquinamento indoor con quelle dell’inquinamento outdoor. Da qui, dunque, i vantaggi di poter contare su dei sistemi di ventilazione meccanica controllata.

Cos’è la ventilazione meccanica controllata per case e ristoranti?

Gli impianti di ventilazione meccanica controllata, spesso indicati con l’acronimo VMC, sono degli impianti che vanno a estrarre l’aria interna esausta per espellerla all’esterno dell’edificio, immettendo allo stesso tempo all’interno dell’aria prelevata dall’esterno e filtrata, in modo da garantire un buon livello di qualità dell’aria respirata. Nella maggior parte dei casi, ormai, gli impianti di ventilazione meccanica controllata moderni sono associati a uno scambiatore termico, per andare a ridurre al minimo sia le spese per la gestione termica dell’edificio, sia l’impatto a livello ambientale.

Un buon impianto di ventilazione meccanica controllata è correlato da un numero variabile di sensori, quali per esempio un sensore per l’umidità, un rilevatore di anidride carbonica oppure un rilevatore di presenza. In base al tasso di umidità, alla presenza di anidride carbonica e al numero di persone presenti, l’impianto regolerà la ventilazione, così da poter avere sempre dell’aria perfettamente pulita, a prescindere dal variare delle condizioni.

Un efficace impianto di ventilazione meccanica controllata è pensato per migliorare il livello della qualità della vita all’interno di abitazioni, ristoranti e aziende; in questo frangente, a causa del diffondersi del Coronavirus, poter contare su un costante ricambio d’aria all’interno degli edifici è doppiamente importante. Contattaci per avere maggiori informazioni!